Rock in Roma: mobilità sostenibile per i concerti dell’estate

Muse, Fedez, Sam Smith, Mumford&Sons, Robbie Williams, Stromae, Litfiba, J-Ax, Linkin Park. Questi alcuni degli artisti che quest`estate calcheranno il palco di Postepay Rock in Roma, il festival musicale che da 6 anni accende l`ippodromo delle Capannelle con una sequenza ininterrotta di live dal 14 giugno al 6 settembre. Un evento che quest’anno sostiene l’ambiente con l’obiettivo di sensibilizzare il suo pubblico verso un festival sempre più “green”. Per ridurre l’impatto ambientale, entro il 2020 l’organizzazione si prefigge i portare in “venue” almeno il 50% del suo pubblico con i mezzi pubblici e su rotaia: “Già in questi anni  si è lavorato per incrementare e rafforzare i collegamenti con l’Ippodromo delle Capannelle, potenziando accessibilità e viabilità”, hanno spiegato Maxmiliano Bucci e Sergio Giuliani, gli organizzatori della kermesse alla conferenza di presentazione svoltasi il 14 aprile alla presenza del sindaco di Roma Ignazio Marino. Sempre nell’ottica di unfestival “ecosostenibile”, per il terzo anno si conferma la collaborazione con Trenitalia con un servizio “charterizzato” di treni pomeridiani e notturni che, nella tratta Ippodromo delle Capannelle/roma Centro, porteranno i turisti e i romani che assisteranno ai concerti lasciando a casa la propria auto: la location del festival sarà così raggiungibile da Roma Centro in soli 10 minuti con i treni regionali, al costo del biglietto metropolitano. Così per il ritorno, a fine concerto. In più quest’anno chi arriverà con il treno potrà utilizzare il varco di ingresso prioritario senza fila.

schermata-2015-04-14-alle-17-08-40Inoltre, con “Eventi in bus” l’organizzazione mette anche quest’anno a disposizione bus-navetta che collegano l’Ippodromo con la Stazione Termini. Al termine di tutti i concerti in programma, un Bus-Navetta riaccompagnerà gli spettatori fino al centro città di Roma. Le fermate di rientro che saranno effettuate sono: San Giovanni (Scala Santa) e Roma Termini. I Bus Navetta partiranno in 2 diversi orari: la prima partenza è indicativamente prevista 30 minuti subito dopo la fine di ogni concerto, mentre la seconda partenza è fissata circa 60 minuti massimo dopo la prima partenza ( 90 minuti circa dopo la fine del concerto). Gli orari di partenza delle Navette sono indicativi – spiega l’organizzazione –  e possono variare da concerto a concerto in base alla lunghezza dell’evento. È possibile acquistare il biglietto di salita sul Bus Navetta direttamente sul sito eventibus al costo di 4 euro fino al 30 aprile, dopo sarà di 5 euro.

Matteo Nardi

Giornalista ciclista. Scrivo di ambiente e tecnologia