Con Green League giochi e regali 300 alberi ai parchi italiani

Sono caduta nella tela dei giochi online. Per anni ho evitato con cura di rispondere alle richieste di invito a Candy Crush e compagnia bella, ma questa volta non ho resistito: come potevo dire di no alla Green League?

Si tratta di una sfida – online e gratuita – per contribuire alla forestazione di un parco italiano grazie ai 300 alberi messi in palio da COOU (Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati) che verranno destinati a 3 zone individuate in collaborazione con il partner AzzeroCO2. Ogni giocatore potrà decidere quanti alberi saranno destinati a ciascuna zona giocando e accumulando punti nel torneo Green Challenge.

greenleagueRegistrandosi alla piattaforma si verrà assegnati a una delle 3 squadre che prendono il nome dalle 3 zone scelte per l’intervento di forestazione: Gilda del Delta (Parco Regionale del Delta del Po), Gilda delle Coppe (Parco Nazionale del Gargano), Gilda dei Gladiatori (Parco Regionale del Comune di Roma). I giochi che verranno proposti sono rompicapi matematici, puzzle e sfide di abilità per divertire ma anche per diffondere contenuti formativi in grado di sensibilizzare gli utenti sui temi ambientali.

C’è tempo fino al 31 luglio per iscriversi alla GreenLeague su www.greenleague.it per cambiare la classifica finale che deciderà la destinazione dei 300 alberi: il 50% degli alberi messi a disposizione dal COOU verrà ripartito in parti uguali tra le 3 zone associate alla competizione, mentre l’altro 50% verrà ripartito in funzione dell’incidenza del punteggio conseguito da ogni gruppo, sul totale dei punti green accumulati durante la competizione. Ad esempio se il gruppo associato a una zona avrà realizzato il 40% dei punti complessivi accumulati durante la competizione, la zona in questione si assicurerà il 40% degli alberi disponibili.

Gli interventi di forestazione promossi da AzzeroCO2 adottano lo standard del codice etico e vengono certificati da un ente terzo indipendente, ottenendo il rilascio del marchio “Parchi per Kyoto”. Questo significa che per ogni albero che verrà donato come premio sarà certificato un assorbimento di CO2. In particolare, un albero assorbe circa 700 Kg di CO2 nell’arco della sua vita (100 anni).

Pronti a giocare contro la Co2?

Giorgia Fanari

Giornalista, blogger, ambientalista. Testa rossa, sempre. Amo i viaggi, la fotografia e la tecnologia.