Airbnb Rural Bootcamp: una scuola di ospitalità per promuovere il turismo rurale

Aperte le iscrizioni all’Airbnb Rural Bootcamp, una scuola di ospitalità per aiutare i privati e le organizzazioni delle aree rurali ad entrare nel circuito turistico.

Da un sondaggio condotto da Airbnb emerge come, ad un anno dall’inizio della pandemia, la nostra idea e le nostre abitudini in termini di viaggio stiano cambiando. L’attenzione verso la sicurezza e il distanziamento, la voglia di disconnessione e la ricerca di spazi sempre più a contatto con la natura, si traducono a pochi mesi dall’inizio della stagione estiva in un interesse verso il turismo rurale e di prossimità.
Per rispondere a uno dei trend dell’estate 2021, con il Rural Bootcamp, Airbnb mette a disposizione una serie di seminari online per incrementare il business turistico rurale e familiarizzare con le opportunità connesse al diventare un host Airbnb. I partecipanti impareranno come utilizzare le risorse della piattaforma per offrire un servizio di ospitalità di successo.

Come dimostrano i dati, gli host di alloggi in aree rurali in tutto il mondo hanno già guadagnato più di 5 miliardi di dollari in poco più di un anno, numero rilevante anche per il mercato italiano, dove gli host hanno guadagnato oltre 110 milioni di euro nello stesso periodo di tempo.
In prima fila tra i partecipanti all’Airbnb Rural Bootcamp, Agriturist, prima associazione di agriturismi in Italia che conta al suo interno oltre 5mila strutture ricettive.

“Un terzo degli annunci Airbnb in Italia è in zone rurali. L’ospitalità degli host in un alloggio a contatto con la natura, come un agriturismo, offrirà quindi un’opzione gradita dopo un anno così difficile, e sarà determinante per valorizzare luoghi ancora poco conosciuti. Insieme ad Agriturist vogliamo lavorare per far scoprire ad un pubblico più vasto queste eccellenze italiane”, ha dichiarato Giacomo Trovato, Country manager di Airbnb Italia.

Come funziona

Seguendo l’esempio dell’associazione Agriturist, anche altri enti di promozione del territorio, associazioni di categoria in ambito rurale e cooperative per la promozione del turismo rurale potranno entrare in contatto direttamente con il team di Airbnb per ricevere un training online dedicato per tutti i loro associati interessati ad entrare a far parte della piattaforma. Per farlo, è necessario compilare il form disponibile sul sito dedicato all’iniziativa.
Airbnb sta dialogando con altri partner per aiutare sempre più realtà a sfruttare i benefici del turismo rurale nelle loro comunità. Il Rural Bootcamp di Airbnb sarà attivo in Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Australia e Spagna, dove è attiva la partnership con Fademur, la Federazione spagnola delle associazioni delle donne che lavorano nelle zone rurali.
Maggiori informazioni sul sito www.airbnb.it/ruralbootcamp

Redazione Notiziegreen.it

Redazione - Notiziegreen.it